Principi statutari

Stampa

COMPAGNIA DI SAN GIORGIO -  DALLO STATUTO: SCOPI – ATTIVITA’ – I SOCI – GLI ORGANI

 

Art.1 COSTITUZIONE

§1. E' costituita nella Diocesi di Roma la "COMPAGNIA DI SAN GIORGIO", di seguito definita “Compagnia”, Associazione privata di fedeli ai sensi dei cann. 299 e 321 ss. C.I.C.

§2. La Compagnia è intitolata a San Giorgio martire, testimone esemplare delle virtù umane e cristiane. La Compagnia, associazione di volontariato senza scopo di lucro, ha sede in Roma. L’apertura di centri in Diocesi diverse da quella di Roma, su decisione del Consiglio Direttivo, è soggetta al nulla osta previo dell’Ordinario competente.

Art. 2 SCOPO SOCIALE

§1. La Compagnia si propone di approfondire, promuovere e valorizzare l’ideale scout del buon cittadino e l’umanesimo cristiano che esso esprime, nella fedeltà al Deposito della Fede custodito, incarnato e trasmesso dalla Chiesa Cattolica, al fine di proporre agli uomini ed alle donne del nostro tempo un positivo orientamento nella vita, offrendo loro un criterio ideale ed uno stile di vita idonei a sostenere l’azione per il rinnovamento e lo sviluppo morale e civile della società.

§2. Gli scopi, i fondamenti ed il metodo della Compagnia sono più compiutamente indicati nel Regolamento Generale dell’Associazione.

Art. 3 METODO ED ATTIVITA’ SOCIALI

§1. La Compagnia sviluppa le proprie attività e persegue gli scopi sociali con un metodo che si ispira a quello scout, opportunamente adattato all’età adulta, i cui elementi costitutivi, definiti nel Regolamento Generale, sono: la tradizione, il cammino, la fraternità, l’essenzialità ed il servizio.

§2. La Compagnia sostiene l’impegno dei Soci con la promozione, l’organizzazione e la gestione di attività ed eventi di formazione morale e spirituale; formazione ed integrazione professionale e di mutua assistenza; di iniziative culturali e sociali, finalizzate alla tutela ed allo sviluppo della dignità umana e del bene comune.

§3. La Compagnia, nel rispetto del metodo di cui sopra, promuove ed organizza tutte le attività ed i servizi necessari al perseguimento degli scopi sociali, con particolare riguardo a:

a)       organizzazione e gestione di attività ed eventi idonei ad approfondire, sviluppare e qualificare l’identità, la vocazione e l’impegno della Compagnia stessa e dei Soci.

b)       organizzazione e gestione di attività ed eventi di formazione morale e spirituale con particolare riguardo all’approfondimento dei ministeri laicali; allo studio dei documenti del Magistero della Chiesa Cattolica; all’approfondimento ed alla valorizzazione della spiritualità scout, specie nella sua dimensione adulta e coniugale,

c)        organizzazione e gestione di attività a favore dei giovani e delle famiglie per mezzo di iniziative ed eventi di rilievo sociale, culturale e religioso e di interventi di collaborazione tecnica e di solidarietà, rivolgendosi con particolare sguardo allo scoutismo cattolico;

d)       organizzazione e gestione di attività e servizi ricreativi, culturali, sociali e di ospitalità, con particolare riguardo ai bisogni della persona e della famiglia;

e)       organizzazione e gestione di attività editoriali e di comunicazione, con esclusione della pubblicazione di quotidiani;

§4. La Compagnia si costituisce ed opera nella pari dignità tra i Soci uomini e donne, nel rispetto e nella valorizzazione della diversità della loro natura e vocazione, con una appropriata programmazione delle attività ed una equilibrata rappresentanza degli uomini e delle donne degli Organi sociali come previsto dal presente Statuto.

Art. 4 SOCI EFFETTIVI

§1. I Soci Effettivi si distinguono in Ordinari e Fondatori.

§2. Sono Soci Ordinari le persone fisiche che godano dei seguenti requisiti:

a)       abbiano compiuto il ventunesimo anno di età;

b)       condividano gli scopi della Compagnia e ne accettino il metodo e la disciplina impegnandosi a rispettare lo Statuto ed il Regolamento Generale;

c)        siano stati presentate da almeno un Socio Effettivo regolarmente iscritto e ne facciano richiesta scritta dopo aver preso visione dello Statuto e del Regolamento Generale;

d)       siano state accettate come Soci dal Consiglio Direttivo;

§3. Tra la presentazione della domanda e la delibera di accettazione del Consiglio Direttivo deve intercorrere un periodo variabile tra i sei ed i dodici mesi. Nelle more dell’accettazione formale, gli aspiranti Soci ordinari godono dei diritti riservati ai Soci aggregati e hanno i medesimi doveri in ambito associativo, senza esercitare però i diritti di elettorato attivo e passivo. Il suddetto periodo è ridotto ai soli tempi tecnici di procedura per i Sacerdoti ed i Religiosi.

§4. L’anzianità di iscrizione, ai fini del presente Statuto, decorre dalla data della delibera di accettazione della domanda da parte del Consiglio Direttivo.

§5. Sono Soci Fondatori coloro che, in possesso dei requisiti richiesti per i Soci Ordinari (cf. §2), hanno partecipato alla costituzione della Compagnia; sono equiparati ai Fondatori i Soci Ordinari regolarmente iscritti alla data di approvazione del presente Statuto.

Art. 5 SOCI AGGREGATI E SOCI D’ONORE

§1. Sono Soci Aggregati le persone fisiche che, intendendo partecipare alle attività della Compagnia, ne abbiano fatto richiesta scritta - impegnandosi a rispettarne lo Statuto e il Regolamento Generale - e la cui domanda sia stata accettata dal Consiglio Direttivo.

§2. Sono Soci d’Onore personalità esterne che si siano particolarmente distinte nella collaborazione e nel sostegno dell'attività della Compagnia ed alle quali il Consiglio Direttivo abbia deliberato di attribuire tale qualifica.

§3. Possono essere accettati come Soci Aggregati persone appartenenti a Chiese e Confessioni cristiane acattoliche, le quali assumano la dottrina sociale della Chiesa Cattolica come criterio di orientamento morale per se stesse e per la comunità civile.

Art. 6 QUOTE ASSOCIATIVE

§1. Le quote associative vengono stabilite annualmente dal Consiglio Direttivo. E' facoltà del Consiglio Direttivo stabilire quote di ingresso per i nuovi Soci da destinare ad incremento del patrimonio sociale e quote straordinarie per realizzare o finanziare specifiche attività ed iniziative.

§2. Tutti i Soci – ad eccezione dei Soci d’Onore - devono essere in regola con il versamento delle quote associative per permanere nella condizione di Socio ed esercitarne i diritti.

Art. 9 PATRIMONIO IDEALE E REGOLAMENTO GENERALE

§1. La Compagnia, facendo proprio il patrimonio ideale e culturale dello Scoutismo cattolico italiano, valorizza l’ideale scout del buon cittadino e l’umanesimo cristiano che esso esprime (cf. art. 2). Questo ideale, simbolicamente espresso dalla figura di San Giorgio, orienta l’azione della Compagnia e dei Soci nei loro diversi ambiti di presenza e di appartenenza, come compiutamente indicato nel Regolamento Generale.

§2. Nelle forme e con le modalità previste dal medesimo, il Regolamento Generale e lo Statuto sono consegnati ed affidati ai Soci Effettivi affinché ciascuno contribuisca, in modo consapevole e responsabile, alla realizzazione degli scopi della Compagnia ed al suo sviluppo secondo la propria vocazione, possibilità e disponibilità.

Art. 13 ORGANI SOCIALI

§1. Sono Organi della Compagnia: a) l'Assemblea dei Soci, denominata Capitolo Generale; b) il Consiglio Direttivo; c) il Presidente; d) il Tesoriere; d) il Segretario Organizzativo; e) il Collegio del Revisori dei Conti.

§2. Il Presidente ed i componenti del Consiglio Direttivo devono essere eletti tra i Soci Effettivi che siano laici ed abbiano anzianità di iscrizione alla Compagnia almeno pari a due anni solari.

§3. La partecipazione agli Organi sociali, a qualunque titolo, è gratuita e volontaria; il Capitolo Generale stabilisce i criteri per il rimborso delle spese sostenute da Soci componenti gli Organi sociali e/o incaricati di svolgere attività in nome e per conto della Compagnia.

§4. Non possono far parte degli Organi elettivi i Soci che assolvano ad incarichi elettivi e/o di governo nelle pubbliche istituzioni o ad incarichi di partiti o movimenti politici o di organizzazioni sindacali per tutto il periodo di permanenza nell’incarico.

§5. I Soci chierici o religiosi non godono del diritto di elettorato passivo nella elezione negli Organi sociali, in virtù del loro particolare status.

Art. 31 COOPERATORI E FREQUENTATORI ESTERNI

§1. I Cooperatori sono persone non appartenenti alla Compagnia che liberamente, ed a titolo gratuito e volontario, sostengono l’attività della Compagnia con collaborazioni, apporti e contributi di natura culturale, morale e/o economica.

§2. Possono partecipare alle attività della Compagnia, nel rispetto dello Statuto e del Regolamento Generale e con la qualifica di Frequentatori esterni, oltre ai Soci aggregati, i coniugi e familiari accompagnatori di Soci Effettivi.

Compagnia di San Giorgio - Sede: Via della Madonna del Riposo, 68 00165 Roma - Tel. +39 06 66 40 232 - segreteria@sangiorgiocomp.org